venerdì 28 febbraio 2014

Torta di mele soffice: la mia cuor di mela

Questa è la torta di mele più buona che abbia mai assaggiato in vita mia e non esagero. Per la sua ricetta devo ringraziare Caterina Z., un'amica conosciuta tramite uno di quei giochini scacciapensieri che ci sono su facebook...sapete, quelli in cui mandarsi regali diventa importante per proseguire il gioco. Ed è così che in barba a tutto ciò che si dice contro i social network rimango sempre più convinta che se usati con intelligenza possono dar vita a nuove amicizie e comunque ad accorciare le distanze con le persone più care. Non mi dilungo e passo subito a darvi la ricetta di questa sofficissima torta di mele che per la sua forma ho ribattezzato "cuor di mela".
 

Ingredienti: 2 uova intere, 200 grammi di zucchero, 2 tazzine di latte, 1/2 tazzina di olio o di burro sciolto, 200 grammi di farina, 1/2 bustina di lievito, 3 mele piccole o due medie (io uso le golden), zucchero e limone. Zucchero e cannella per la copertura finale. PS UNA TAZZINA MISURA 75/80 ML
Procedimento: quello di sopra è il mio infallibile modo per prendere un appunto al volo quando mi viene data una ricetta....quindi, per prima cosa pulite le mele privandole di buccia, torsolo e semi. In parte tagliatele a pezzetti e in parte a fettine che vi serviranno per il decoro e mettetele a macerare in succo di limone, acqua e zucchero. Battere per bene le uova intere con lo zucchero fino a farlo diventare una spuma, aggiungere il latte, poi l'olio ( o il burro sciolto), poi la farina con il lievito insieme e setacciati. Aggiungete al composto le mele tagliate a pezzetti e ben scolate dal liquido di macerazione e versate il tutto in una teglia imburrata e infarinata. Decorate con le fettine di mela e infornate in forno caldo 180° per circa cinquanta minuti (prova stecchino). Uscire dal forno e ancora calda spolverizzate zucchero e cannella in polvere. Sformate dalla teglia appena completamente fredda.
P.S.
Sebbene l'abbia fatta parecchie volte, mai una volta sono riuscita a fotografarla come si deve.... ha sempre fatto un volo e non ne è rimasta neanche una fetta. La foto è quindi scattata con il cellulare... direi rubata....
Stampa la ricetta

lunedì 24 febbraio 2014

Meringhe alla francese semplici e perfette

Giuro, non pensavo fosse così facile fare le meringhe. L'avevo sempre visto come un dolce complicato e soprattutto che non si potesse fare senza il sac a poche. Io sto arnese quà prima o poi lo compro, promesso, ma credetemi... è assolutamente superfluo per fare delle ottime meringhe.

Ingredienti per circa venti meringhe: 150 grammi di albumi (vecchi e a temperatura ambiente preferibilmente), 300 grammi di zucchero zefiro (oppure semolato oppure a velo - attenzione perchè a seconda dello zucchero che utilizzate cambia il procedimento), un pizzico di sale, succo di mezzo limone e se volete aroma di vanillina ma io non l'ho messo.
Procedimento: in un robot da cucina (io in planetaria) montate per almeno venti minuti tutti gli ingredienti. Se utilizzate lo zucchero a velo questo va messo in due volte e non tutto subito, cosa che mi sono potuta permettere con lo zefiro, fine ma non a velo. Nel frattempo accendete il forno a 100° e fatelo riscaldare. Appena siete certi della compattezza del composto prendetelo con un cucchiaio molto grande e fatene dei mucchietti su carta forno. Come vedete in foto è davvero abbastanza semplice purchè il composto sia molto compatto.

Infornate per circa un' ora abbondante mantenendo costante la caloria e comunque controllando che non si scuriscano molto. C'è chi consiglia di infornarle per un' ora e mezza ma lasciando lo sportello del forno un poco aperto e chi ancora preferisce lasciarle cuocere quattro/sei ore ma nel forno spento (spento dopo avere raggiunto la temperatura di 100°). Fate un po' voi.... io ho optato per la prima opzione perchè non avendo molto tempo e dovendo fare più di una infornata è la più rapida. Servite appena le meringhe saranno assolutamente fredde ma lasciatele raffreddare all'interno del forno spento. Quindi vi conviene prepararle il giorno prima, anche perchè le meringhe, se ben chiuse, durano anche una settimana...

Un consiglio.... spolverate quando sono ancora tiepide del cacao amaro.... saranno ancora più buone! 



Stampa la ricetta

martedì 18 febbraio 2014

Hummus di melanzane (BABA GHANOUJ)

Buono, buonissimo, di più....
Semplice, semplicissimo, di più...
E' una fortuna che sia riuscita a fotografarlo perchè in serata era stato consumato tutto...con tanto di dita leccate senza ritegno... Parlo dell'hummus di melanzane, ricetta presa da Stefania (Araba Felice in cucina)
Vi avevo già presentato la variante più classica e la più conosciuta, quella con i ceci (d'altra parte hummus in arabo vuol dire proprio ceci). Avevo sentito parlare di altre varianti e dove vedere se non da Stefania....?

Ingredienti: 3 melanzane (io ne ho usata una tunisina e due nostrane), 3 cucchiai di pasta di sesamo, uno spichio di aglio (piccolo per carità), il succo di un bel limone, un poco di olio extravergine d'oliva, un pizzico di sale, prezzemolo.
Procedimento: Lavate e bucherellate le melanzane. Ponetele in forno caldo a 190 gradi per circa 45 minuti e comunque fino a che saranno cotte e morbide. Farle raffreddare, spaccarle a metà, prendere la polpa e frullarla con tutti gli altri ingredienti. Servite l'hummus con crostini a temperatura ambiente o appena fresco.

P.s.... quel dito abbondante di hummus che manca alla barchetta.... beh, l'avevo già fatto fuori.... Irresistibile!


Stampa la ricetta

martedì 4 febbraio 2014

Gnocchetti di patate gratinati al forno ai formaggi

Quella degli gnocchi al forno per me è una novità assoluta... in genere messi a bollire e conditi poi con semplice salsa di pomodoro era la loro "morte"....e invece devo ricredermi. Ne è la riprova questa ricetta che ha conquistato tutti in famiglia.... L'ispiratore, come spesso accade, è mio cognato Danilo....

Ingredienti per 750 grammi di gnocchi: 500 ml circa di besciamella ( e quindi 500 di latte, 50 grammi di burro, 25 grammi di farina, sale, noce moscata e due cucchiai di parmigiano grattugiato), 30 grammi di gorgonzola dolce, 50 grammi di provoletta dolce, 30 grammi di taleggio.
Procedimento: preparate per prima cosa la salsa bechamelle sciogliendo in un tegame il burro e aggiungendo la farina per farla tostare. A poco a poco aggiungete anche il latte e mescolate con una frusta fino a raggiungere il bollore. Spegnere dopo un paio di minuti e aggiungere il parmigiano, regolare di sale e noce moscata. Aggiungere il gorgonzola, la provoletta a dadini e il taleggio, fate sciogliere per bene e mantecare gli gnocchi (naturalmente fatti cuocere e scolati per bene). Porre in una pirofila (o come me in pirofile monoporzione) e gratinare in forno ben caldo per qualche minuto. Un consiglio.... fate raffreddare un poco o vi ustionerete la lingua!

Altro consiglio..potete decidere se aumentare o diminuire la dose di bechamella...i miei erano veramente superconditi...


Stampa la ricetta