martedì 16 agosto 2011

Crostata con gelo di anguria alternativo (senza amido)

Deliziosa questa crostata (tradizionale) con gelo di anguria (alternativo). Spinta da una sfida lanciata su facebook da mia cugina Patrizia l'ho realizzato senza l'amido che ho sostituito con farina di riso. Risultato: il sapore è rimasto inalterato, la consistenza leggermente più morbida...perfettissimo quindi per una crostata. Infatti la tenuta è stata ottima


Per chi vuole realizzare il gelo di anguria tradizionale (e vuole ache leggere un poco di storia sul gelo di anguria) vi rimando al mio precedente post. Se vi va di provare qualche cosa di nuovo ecco la ricetta di questa deliziosa crostata.
Per il gelo: 1 chilo di polpa di anguria privata dei semi, 80 grammi di farina di riso, 150 grammi di zucchero, aroma vaniglia mezza fialetta.
Per la crostata: 300 grammi di farina 00, 150 di burro (ammorbidito), 100 grammi di zucchero, 2 tuorli d'uovo, 2 cucchiai di latte, scorza grattuggiata di limone e un pizzico di sale.
Per decorare: zucchero a velo, granella di pistacchi e scaglie di cioccolata
Procedimento gelo. Frullare la polpa di anguria con il frullatore a immersione, unire tutti gli altri ingredienti e porre sul fuoco a fiamma media, portare a bollore per cinque minuti, spegnere e fare raffreddare
Procedimento crostata. Impastate tutti gli ingredienti e formare un bel panetto morbido, toglierne un terzo (che ci servirà per le strisce) e stendere il rimanente in una teglia dia 26 imburrata e infarinata. Stendere alcune scaglie di cioccolato fondente

Stendete la parte che avevate tolto prima su carta forno e con l'aiuto di un tacapasta tagliate delle strisce

Fate colare il vostro gelo di anguria, tiepido e decorate con le strisce. Io avrei dovuto intrecciarle ma mi sono scordata. Con tre strisce mi raccomando rialzate il bordo della vostra crostata

Infornate in forno caldo a 180 ° per 40 minuti nella parte centrale del forno. Appena fredda decorare con zucchero a velo e granella di pistacchi




Chi l'ha mangiata ...ha gradito parecchio e non si è accorto della differenza...volete provare anche voi???? Era deliziosa anche l'indomani...ecco un pezzetto superstite...

 
Stampa la ricetta

11 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

La crostata è una meraviglia!!! Ma per ora mi sa che mi accontento di provare solo il gelo di anguria ;))
Colori fantastici questo dolce, da fare sicuramente!

arabafelice ha detto...

Ho sempre mangiato il gelo in...purezza, mi incuriosisce dentro un dolce :-)

Lucia ha detto...

E' semplicemente SPLENDIDA! Mi piace in particolare il contrasto cromatico tra il rosso del gelo e il verde dei pistacchi: una festa per gli occhi, prima ancora che per il palato!

Agata ha detto...

Ottima !! Io l'ho preparata (nella versione tradizionale) qualche settimana fa, ma la tua con la farina di riso la devo proprio provare!
Un bacione e buon Agosto !!

fragoliva ha detto...

sapevo della crostata al gelo di anguria, e volevo prepararla per ferragosto. poi però ho desistito, peccato non avere visto prima la tua ricetta... o l'avrei fatta sicuramente.
sarà per la prossima volta.
A.

Babette: ha detto...

ma buonaaaaaaaaa ...è una signora crostata ! slurp!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! che idea alternativa! bellissimo l'effetto e proprio curioso il sapore! complimenti Elena!
baci baci

karin ha detto...

miiiiii che buona commare!!adoro il gelo di anguria e la crostata è uno dei miei dolci preferiti!tanti baci

la mamma ha detto...

Questa crostata è fatta con la maestria dei grandi pasticcieri professionisti. Il sapore è senza dubbio eccellente. Merita una coppa! Brava.

PolvereDiStelle ha detto...

Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo troviqui!

speedy70 ha detto...

Una vera delizia questa crostata, molto originale, complimenti!!!!