lunedì 8 novembre 2010

Vi racconto come mi è cambiata la vita...e vi offro un piatto di farfallette fantasia

Mentre scrivo questo post la musica di Giovanni Allevi, sottofondo del mio blog, mi fa compagnia e culla il sonno di Aurora che dorme accanto a me nella sua culletta.

Il tempo da dedicarmi e dedicare a tutti voi è davvero ridotto al lumicino ma c'è tanta volontà e voglia di non perdere le redini della "mia vita"...quella che egoisticamente ci dobbiamo ritagliare per potere poi donare alla nostra famiglia la nostra serenità. Soltanto infatti se siamo sereni possiamo circondare di amore chi ci sta intorno. Da quando è nata Aurora sono passati 40 giorni: infatti alle tre di notte del 29 settembre ho rotto le cosidette acque. Mi ero alzata per andare in bagno...come d'abitudine ormai ma nel ricoricarmi qualcosa non andava...decisamente perdevo ancora qualcosa...e in abbondanza. Che strana coincidenza, anche per Davide tutto è iniziato alle tre di notte!!! Che faccio? Certamente la prima cosa da fare, la più ovvia...sveglio mio marito!! "Amore...ci siamo"...sono passati dei minuti interminabili in cui eravamo un poco confusi e cercavamo di capire cosa fare. Davide dormiva nel letto accanto al mio e si doveva fare tutto con molto silenzio per non svegliarlo. Seconda cosa ovvia: telefonare alla mamma e dirle che di li a poco mio marito sarebbe passato a prenderla. A lei il compito di vegliare sul mio piccolo e di svegliarlo dolcemente senza fargli pesare che mamma e papà, per la prima volta, non erano accanto a lui la mattina. Terza cosa, meno ovvia, farmi una doccia. Ne sentivo il bisogno. Siamo così scesi da casa con i bagagli e andati in ospedale. Silenzi, sguardi d'intesa e strette di mano durante il tragitto. Come prevedibile mi ricoverano e comincio l'iter dei controlli e accertamenti. Ma tutto è fermo...La prima grande emozione: quando il mio bimbo è venuto a trovarmi in ospedale alle due, appena uscito da scuola. Avevo paura gli facessi impressione e invece mi è corso incontro gettandomi le braccia al collo. Alle sei e mezza del pomeriggio mi annunciano che ho iniziato il travaglio. Eppure io non sento il minimo dolore...dolore che avverto forte e chiaro alle nove di sera...altrochè e un freddo impressionante. Tutto il mio corpo sussulta dai tremori e quando arrivano le contrazioni è ancora peggio. Ecco perchè avrei voluto ripetere l'esperienza in acqua, almeno nella vasca il calore è avvolgente e il dolore meno intenso, ma il dottore non è di turno! Che sfiga!!! Alle dieci e mezza pretendo mio marito accanto in sala travaglio (non mi andava proprio di starmene da sola sdraiata in un letto scomodissimo e in penombra con l'aria condizionata sparata a palla): almeno avrei avuto qualcuno con cui sfogarmi dei forti dolori che ormai mi attanagliavano il basso ventre. E allora ecco che puntuale a ogni contrazione, tremando dal freddo, gli trituro la mano e in maniera molto rassicurante gli sussurro "amore non ce la faccio...io sto morendo..." :-) e lui, sempre in maniera molto rassicurante e annuendo con la testa, "ce la fai, ce la fai...". E l'ostetrica facendo capolino dalla stanza accanto ripeteva come l'eco..."hai visto...ce l'hai fatta". Insomma dopo appena un ora di questa solfa mi controllano...signora...ma lei sta per partorire!!! Ma va!!!Improvvisamente mi ritrovo una quantità spropositata di persone attorno, in una posizione scomodissima e la stanza piena di luce!! Vi risparmio davvero i particolari e vi dico che con tre spinte ben assestate è nata Aurora.
Erano le 23.40 e mio marito accanto a me mi ha assistito in maniera determinante. La seconda parte ve la racconto il prossimo post ma vi offro adesso due cose...la foto dei miei tesori

...e un bel piatto di farfallette fantasia. Basta far saltare in una padella in poco olio dei pezzetti di salmone, spegnere la fiamma e aggiungere pomodorini, olive nere e rucola, scolare la pasta al dente e farla saltare con un giro di pepe e uno di olio

Preciso...la ricetta è di mia mamma...


Stampa la ricetta

21 commenti:

fantasie ha detto...

... ma la ricetta migliore è quella dei tuoi cuccioli!
Baciiiiii

Anonimo ha detto...

mi sono emozionata a leggere il tuo racconto! ho partorito il mio secondo cucciolo 15 giorni fa e credimi, mi è sembrato di leggere la "storia" del mio parto, unico dettaglio diverso è che il mio travaglio sia durato 3 ore! ma poi per fortuna ce l abbiao fatta ed è venuto al mondo ilnostro piccolino! grazieper avermi fatto emozionare! p.s. aurora è meravigliosa!!!!!

unika ha detto...

elena mi hai fatto emozionare con il tuo parto....aurora è splendida ed è carinissima la foto dei due fratellini...un bacione
Annamaria

ranatam ha detto...

Che bei bimbi hai, e che racconto commovente, mi ha fatto tornare indietro di tanti anni, 22 precisamente, quando ho vissuto la tua stessa esperienza! Situazioni bellissime e indimenticabili, auguro a te e alla tua bella famigliola tanta gioia e serenità! Un grosso abbraccio.

Simo ha detto...

Che grande emozione, una nascita è sempre così...
Adorabili i tuoi piccoli!

michela ha detto...

io invece non ti dico quanto ci ho messo con i miei..
meglio evitare..
cmq quello ceh conta è il risultato..
due splendidi bambini cara!!!

simona ha detto...

Elena !!! ma come è cresciuta !!! una meraviglia dolcissima...
un abbraccio a entrambi i tuoi cuccioli,
Simona

Chiara ha detto...

eccovi!!! che meraviglia che siete!!!!
Elena!che emozione grandissima leggere le tue parole!!!!piene di amore!!mi hai fatto commuovere!!
grazie di cuore!!!!
un abbraccio grande!!!
i tuoi cuccioli sono meravigliosiiiiii!!!!!!

Stefania ha detto...

Carissima, che emozione leggere la tua storia, mi hai riportato indietro di 11 anni!
Un grande abbraccio
stefania

marsettina ha detto...

augurissimi e complimenti sono 2 gioielli!

Laura ha detto...

Tantissimi auguri..leggendo il tuo racconto mi sembra di essere tornata indietro nel tempo..

baci
Laura

Luisa ha detto...

B3ella la tua pasta, ma le ricette che ti son riuscite meglio in assoluto sono quei due meravigliosi piccolini!
Un bacione
Luisa

Sara ha detto...

Bellissimo! L'emozione più forte che si possa provare! Anch'io l'ho vissuta 14 mesi fa, e mi sembra ieri! i miei ricordi sono vivissimi! Un abbraccio, Sara

Masterchef ha detto...

Auguroni cara!!!! passa tanto tempo con la tua piccina perchè crescerà in fretta e questi giorni non torneranno piu'.......vivitela!!!con affetto Tizy

Micaela ha detto...

è stupenda Aurora e che emozione leggere il racconto del parto... diciamo che ultimamente non faccio altro :-)
se penso che tra un pò sarò io a sentirmi morire mi cedono le gambe... fiuuu, non farmici pensare...

manuela e silvia ha detto...

Elena hai due bimbi splendidi! bellissimo questo racconto, un'esperienza che solo una madre può capire..
Gustosa e ricercata la pasta: un piatto colorato e fresco!
un abbraccio a tutta la tua bellissima famiglia!

giulia pignatelli ha detto...

famiglia fantastica ;)

unika ha detto...

elena...sono passata per lasciare un saluto a te e alla tua bell famigliola:-)
Annamariaa

Giuliana ha detto...

ciao, anch'io passo per un saluto e un abbraccio a te e alla tua bella famiglia. Ciao. Giuliana.

Solema ha detto...

I tuoi cuccioli sono bellissimi!!!

Anonimo ha detto...

complimenti Elena!!!!Leggo il tuo blog da poco tempo,ma ho già provato tante ricette...con risultati eccellenti. Un augurio per i tuoi piccoli, davvero splendidi....