lunedì 6 aprile 2009

Erice e i busiati alla trapanese

Eccoli...

Ma procediamo con ordine... come avrete notato, non pubblicavo niente da mercoledì, così come da mercoledì non ho più fatto visita nei vostri blog...il problema di chi può essere??? Del computer di casa che ultimamente fa capricci...non si avvia e se si avvia si riavvia continuamente. Insomma, mi è toccato lavorare questo post dal portatile che è di una lentezza snervante. Mi ci sono volute ore (e se dico ore vi prego di credermi...), praticamente tutto il pomeriggio e la sera per poterlo pubblicare, figuriamoci se con questo trabicolo riesco a entrare e lasciare commenti nei vostri blog...Quindi, perdonatemi, per domani (spero oggi stesso) il guasto del pc principale di casa sarà risolto e vi sommergerò di visite.

Sabato, complice una bella giornata primaverile, siamo andati a fare una piccola gita a Erice e Trapani. Questa parte occidentale della Sicilia è forse quella che preferisco, per il paesaggio, il mare e le tradizioni culinarie. Erice è un'incantevole borgo medioevale sull'omonimo monte e considerata perla del mediterraneo. Questa è la vista che si gose salendo per la tortuosa strada del monte: le saline di Trapani e le isole Egadi...

Questa invece è la Chiesa Madre...

...questo un tipico vicoletto...

Questo è il Centro di Cultura Scientifica "Ettore Majorana" istituito per volontà del prof. Zichichi e in cui si riuniscono periodicamente gli studiosi più importanti del nostro pianeta...



Panorama sul monte Cofano...


Castello di Erice e autoscatto...

...ancora il panorama mozzafiato sul mediterraneo...

Una parte del castello...

...l'interno del castello normanno...

...dolce tipico del trapanese, le cassatelle con ricotta, la cui ricetta la trovate tra i miei appunti di cucina. Non vi metto il collegamento diretto perchè rischio di impallare tutto...

Quì siamo invece a Trapani e alle saline...questo è l'antico mulino Maria Stella...


...e questi i cumuli di sale che accolgono all'ingresso della città, se arrivate dalla strada statale...



Passiamo alla ricetta di oggi. I busiati sono un tipo di pasta che a Trapani si trova facilmente fresca ed è facilmente reperibile in ogni panificio. Viene fatta ancora all'antica con i busi, cannule lunghe dove arrotolare la pasta per farla asciugare. Essendo in zona ne ho acquistato un poco, giusto per il pranzo della Domenica delle Palme



Se i busiati sono trapanesi (o comunque della zona di Trapani) non potevo non condirla con il pesto alla trapanese. Per tre persone occorre preparare semplicissima polpa di 3 pomodori maturi e spellati (350 grammi circa) conditi con 1 spicchio di aglio, sale, pepe, 5 foglie grandi di basilico, 35 grammi di mandorle pelate e tritate e un filo molto generoso di olio extravergine d'oliva. Bisogna praticamente frullare tutti gli ingredienti nel mixer fino a ottenere un pesto vero e proprio ma grossolano

Non resta che scolare la pasta al dente e condirla con questo pesto a crudo (senza riscaldarlo o farlo saltare in padella) ... credetemi se vi dico che questa pasta ha il sapore dell'estate che si avvicina...

Stampa la ricetta

17 commenti:

unika ha detto...

che belle fotografie e come è bello il tuo cucciolo:-) per la pasta...meglio non parlarne:-) un bacio
Annamaria

Kitty's Kitchen ha detto...

Il tuo bimbo è bellissimo!
Complimenti per la ricetta e le foto

manu e silvia ha detto...

Ma che posti fantastici!! e anch ela pasta sembra davvero invitante!
bacioni

Mirtilla ha detto...

erice e'una piccola bomboniera,mi piace tantissimo ;)
un bacioen grande grande

michela ha detto...

Che pasta originale !!
E che belle foto!
Ma è il tuo cucciolo?

michela ha detto...

Dimenticavo!
Certo che si per il crumble..mi stavo perdendo un'altra raccolta?
Son talmente sempre di corsa che non riesco a ricordarmi.
Ho anche un crumble salato se ti interessa, di zucca..fammi sapere.
ciao

michela ha detto...

Scusa te li metto qui
http://michela-pepepeperoncino.blogspot.com/2009/04/sbriciolata-di-mele.html

http://michela-pepepeperoncino.blogspot.com/2008/10/crumble-con-zucca-asiago-e-crudo.html
qui la foto è schifina perchè fatta con il cellulare...comunque buono!!
ciao
!!

Tortino al cioccolato ha detto...

Anch'io ho visitato Erice e Trapani anni fa...ke posti stupendi!!!

Onde99 ha detto...

Grazie per averci portato in gita con te: che posti stupendi!!! E grazie anche per l'idea "freschissima" del pesto alla trapanese, che, appena arriveranno i pomoodri rossi e sugosi dell'estate, ti copierò senza indugio!

Romy ha detto...

Che belle le tue foto! Che luoghi meravigliosi, e come siete raggianti! Siete proprio una bella famiglia... La tua pasta è proprio appetitosa: carino il tuo nome tracciato coi busiati! Ti abbraccio :-D

Betty ha detto...

bellissime foto, che mare meraviglioso e che cielo limpido!
complimenti anche per questo piattino di pasta niente male, baci!

Castagna e Albicocca ha detto...

non conoscevo questa pasta! ora si!
Belle el foto!
Castagna

Giuseppe ha detto...

che meraviglia questa pasta mi fai venire tanta nostalgia della bella mia sicilia ciao giuseppe

Lo ha detto...

un meraviglioso giro insieme a voi per poi trovare questa pasta tradizionale e gustosa!

Agave ha detto...

Ciao, volevo chiederti se puoi linkare i post di Anna del blog Misskappa che svela delle verità sul erremoto in Abruzzo, lei lo sta vivendo in prima persona.
Un bbraccione
Eelin

http://miskappa.blogspot.com/

Lory ha detto...

Non sono mai stata in Sicilia, purtroppo!
Spero di poterci andare presto.
Ti ringrazio, intanto, per avermi fatto godere questo splendido scorcio della tua bellissima regione.
Bacioni

Erice ha detto...

Spettacolare Erice! Se qualcuno ha la fortuna di potervi andare in autunno o primavera, quando la sera montagna viene avvolta dalla nebbia sembra di stare in un paesaggio onirico.