martedì 25 agosto 2009

Ciuri di cucuzza e tinniruma pure io...

...ovvero pasta con i tenerumi e fiori di zucca. Questa minestra è prettamente estiva per l'uso dei tenerumi e del pomodoro fresco, ma molto invernale per quanto riguarda l'elevata temperatura che il corpo raggiunge e a cui bisogna sottoporsi per mangiarla. Fa parte dei ricordi della mia infanzia perchè mia mamma era solita prepararla, rigorosamente con lo spaghetto spezzettato. Onestamente bisogna dire che i fiori di zucca non li avevo mai utilizzati ma mi sono lasciata convincere dalle manine di Cinzietta...

Pulite i tenerumi prendendo solo le foglie più tenere e comunque quelle medie e non troppo dure. Sciacquate la verdura in abbondante acqua così pure i fiori di zucca privati del gambo e della loro parte più dura. In una pentola portare a bollore acqua e sale e cuocete la verdura circa cinque minuti prima di aggiungere anche la pasta spezzettata.

In un padellino a parte scaldate due spicchi d'aglio in olio extravergine e aggiungere la polpa grattuggiata del pomodoro ben rosso e maturo... (da noi questa salsetta viene chiamata pic-pac ma credo che in altri posti abbia un significato equivoco!!!). Fare stringere circa cinque minuti a fiamma moderata, il tempo della cottura della pasta in pratica...

Infine scolare la pasta con la verdura regolando a piacimento la quantità di brodo, colorare con il pic-pac, spolverate un poco di pepe e irrorate con un filo di olio a crudo...

Non ho mai provato a congelare la verdura preferendo sempre quella fresca e di stagione ma poichè, come detto all'inizio, questa minestra bene la vedo mangiata in inverno ho provato a congelare un mazzetto di tenerumi già puliti, sbollentati un minuto in acqua salata, scolati e passati sotto un getto di acqua fredda per bloccare la cottura e far mantenere il colore verde smeraldo e tamponati con uno strofinaccio asciutto e pulito....vedremo, se verrà buona me ne farò un'abbondante scorta!!!

P.S.
Nel prossimo post il raccondo di un piacevolissimo incontro, quello con le gemelle più popolari della blogosfera, Manu e Silvia, e con Claudia, meglio conosciuta come Scorza d'arancia...alla prossima
Stampa la ricetta

13 commenti:

Federica ha detto...

che bel piatto colorato!! da provare sicuramente!
ciaoooo

cinzietta ha detto...

ehiii ma ciaooo!
grazie per essere passata e aspetto con ansia il racconto del tuo incontro.
un bacio afosissimisssimoooooooo

alessandra ha detto...

Una bella ricetta colori e sapori si esaltano a vicenda e vien voglia di mettersi subito ai fornelli.
Baci Alessandra

fantasie ha detto...

Che buona, che buona! La versione con i fiori di zuccanon l'ho mai provata, ma mi avete convinto!

Betty ha detto...

ma che bel piatto Elenaaaaa.... mi ci tufferei a capo fitto, adesso!!!!
buona giornata cara.

Claudia ha detto...

eccola la minestra di cui si parlava l'altro pomeriggio ;)
a Messina la facciamo asciutta, infatti non è una minestra ahahahaha
ma come dicevamo, il bello di questi nostri diari di cucina è proprio questo, accumunare gusti e tradizioni con uno sfondo di consigli sinceri ;)
è stato bello avervi conosciuto, grazie ancora per essere venuti ***
un bacio all'adorabile Davide
Cla

sabrine d'aubergine ha detto...

Questa pasta avrei tanta voglia di farla... ma dove li trovo i tenerumi a Milano?!? Belle ricetta in ogni caso: brava!

manu e silvia ha detto...

Ciao!rieccoci tornate nella blogsfera...
eh i tenerumi li abbiamo visti, l'assaggio sarà alla prosima occasione.
Aspettiamo il tuo racconto sull'incontro, che anche a noi ha fatto moltissimo piacere e ci sarebbe dispiacituo mancare.
un bacione (anche a Davide, a quanto pare ha conquistato tutte e tre).

katty ha detto...

ottimo piatto!!! baci!!!

manu e silvia ha detto...

Ciao! noi la foto assieme non la pubblichiamo, preferivamo postare una tua foto singola, se per te va bene. Neppure claudia l'ha pubblicata, ma tu scegli pure liberamente.
un bacione

Mirtilla ha detto...

ciao ele,
mio marito subito mi ha detto"ecco cosa devi preparare!!"....

Ciboulette ha detto...

Sai che i tenerumi, sempre visti fare da mia suocera (che li chiamava indistintamente fiori di zucca) mi lasciavano indifferente..fino a questa primavera, li ho ripresi in considerazione e mi sono piaciuti molto, cucinati a modo mio :))
Anche questo modo mi sembra ottimo per riprovarci, ma mi sa che dovro' aspettare la prossima primavera!
Ciao, e a presto (che bella la foto che ho visto da scorzetta!! :))

willow4570 ha detto...

CIAO MI CHIAMO ROSY E SONO NUOVA IN QUESTO BLOG E DEVO DIRE CHE MI PIACE MOLTISSIMO, SEI SIMPATICISSIMA E LE TUE RICETTE MOLTO BELLE. IO SONO NATIVA DI PARTINICO E MIA MAMMA QUANDO FA QUESTA RICETTA USA LE ZUCCHINE QUELLE LUNGHE CHE SI TROVANO SOLO DA NOI IN SICILIA NN SAPEVO CHE SI POTESSE USARE LA SEMPLICE ZUCCHINA, IL SAPORE PERO' SECONDO ME CAMBIA. CIAOOO