lunedì 28 dicembre 2009

Arista con crema di funghi porcini all’aroma di arancia e chiodi di garofano

Nome altisonante per una ricetta semplice semplice ma di grande bontà. Andava decisamente presentata con una foto e una mise en place migliore ma essendo una foto scattata prima di servire il piatto il giorno di Natale…meglio di così non potevo fare…Per la crema mi sono ispirata ai miei compari Karin e Luigi che neanche qualche giorno prima di Natale mi avevano fatto assaggiare una crema simile su un ottimo rollò di carne ripieno. L’ho modificata per renderla più adatta all’arista.

Per la crema ai funghi: fare bollire in un litro di acqua a fuoco dolce 40/60 grammi di funghi secchi porcini o misti (quelli in busta) con due spicchi di arancia e 5 chiodi di garofano quest’ultimi chiusi in un velo dei confetti. Dopo circa mezz’ora e comunque quando vi sembra che l’acqua si sia ristretta a punto giusto, togliere i chiodi di garofano e frullare il tutto con un filo di olio evo e regolando di sale, pepe e un pizzico di zucchero.

DSC_7191

Per l’arista: intanto diciamo subito che per 8 persone pesava circa 1 kg e mezzo e che l’ho cotta il giorno prima per poterla tagliare meglio il giorno dopo come un roastbeef. L’ho rosolata con un goccio di olio evo in un tegame a fuoco vivo per cinque minuti facendo attenzione di rosolare tutti i lati omogeneamente e bagnando con mezzo bicchiere di brandi aromatizzato alla mela e pera. Ho poi messo in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti e poi altri dieci a forno chiuso e spento. (L’indicazione migliore è usare un tocchetto da 500/700 grammi e tenerlo in forno per 20 minuti e poi sempre 10 a forno spento). L’indomani non mi è rimasto che tagliare l’arista e servirla con la salsa riscaldata a puntino. Probabilmente andava servita con delle fettine di arancia per guarnizione…

DSC_7190

Sapete questi bicchieri di cristallo che adornano la mia tavola nei giorni più "importanti" chi me li regalò??? Mio nonno quando ero poco più di una ragazzina...cominciava a prepararmi il mio "corredo"!!! Quella di preparare a poco a poco il corredo ai figli o ai nipoti sin dalla tenera età è una antica tradizione tipicamente del sud che a molti potrebbe risultare obsoleta e addirittura assurda...io invece sono felice e sono grata ai miei genitori e al nonno perchè adesso mi ritrovo dei pezzi unici in tovagliati o cristallerie che non si potrebbero più comprare, ne me li potrei permettere!!! Non disdegno il moderno e la praticità...ma in certe occasioni converrete con me che apparecchiare coccolandosi e concedendosi un poco di lusso non è male...

DSC_7188

Stampa la ricetta

7 commenti:

manuela e silvia ha detto...

Ciao Carissima, che bello questo piatto: arancia e funghi per una carne dal gusto molto dolce!
Il film che hai letto lo prooiettnao al cineman, esce in italia l'8 gennaio, nei post precedenti habbiamo riportato anche trama e altri link utili!
un bacione e buone feste.

pagnottella ha detto...

Che eleganza questi bicchieri di cristallo, il nonno ha avuto buongusto...
Lo stesso della nipote nel preparare deliziose pietanze, come questa arista squisita! :-)

Romy ha detto...

Ma quanto è buona l'arista, preparata così! E poi i chiodi di garofano, nelle preparazioni di carne, mi piacciono da morire...danno un profumo quasi...rinascimentale, dico io! Con la frutta poi, l'abbinamento è delizioso, e davvero natalizio! brava Elena, un abbraccio! :-)

Simo ha detto...

Già dalla presentazione del tuo menù, l'altro giorno, questa ricetta appena accennata, mi aveva colpito...ora mi incuriosisce più che mai, funghi ed arancia, mai assaggiato questo connubio!!
..ma lo voglio provare quanto prima...
Complimenti...e bellissimi i bicchieri, io alla morte della nonna ho voluto alcuni suoi pezzi di cristalleria...è un bellissimo ricordo, ci tengo moltissimo e capisco, fai benissimo anche tu!

alessandra ha detto...

Che bel piatto, ormonioso nel contrasto di sapori, una bella presenza in un pranzo importante come quello di Natale.
Finalmente risco ad avere un pò di tempo per trovare gli amici e ta te mi sento a casa.
Baci Alessandra tanti tanti auguri ancora.

Mirtilla ha detto...

augurissimi di buon anno ;)

unika ha detto...

Auguri per il nuovo anno....che sia pieno di SALUTE gioia soldini e tutto ciò che desideri:-) un bacio
Annamaria