venerdì 21 novembre 2008

7° Rassegna di Enogastronomia sul Cioccolato

Prendo spunto da una segnalazione di mio cugino Saverio sulla  7° Rassegna di Enogastronomia sul Cioccolato (a cui lui parteciperà come Maestro Cioccolatiere tenendo vari laboratori tecnici gratuiti)  per proporre a tutti la storia del cioccolato. E' tratta dal sito della rassegna e quindi non mi prendo i meriti ... Ah dimenticavo, la rassegna si terrà a Balestrate dal 28 al 30 Novembre!


La storia del Cioccolato

La pianta del cacao ha origini antichissime, i primi agricoltori che iniziarono la coltivazione della pianta del cacao furono i Maya solo intorno al 1000 a.C.
Le terre che si estendono fra la penisola dello Yucatàn, il Chiapas e la costa pacifica del Guatemala furono quindi le prime a vedere l'inizio della storia del cacao, e insieme ad esso del cioccolato. 
Successivamente ai Maya anche gli aztechi iniziarono la coltura del cacao, e in seguito la produzione di cioccolata; associavano il cioccolato a Xochiquetzal, la dea della fertilità. Con valore mistico e religioso, il cacao veniva consumato dall'élite durante le cerimonie importanti, offerto insieme all'incenso come sacrificio alle divinità e a volte mischiato al sangue degli stessi sacerdoti.
Oltre ad un impiego liturgico e cerimoniale, nelle Americhe il cioccolato veniva consumato come bevanda, chiamata xocoatl, spesso aromatizzata con vaniglia, peperoncino e pepe. Il xocoatl aveva l'effetto di alleviare la sensazione di fatica, effetto probabilmente dovuto alla teobromina in esso contenuta. Esso era un articolo di lusso in tutta l'America centrale pre-colombiana; i semi di cacao erano usati come moneta di scambio, di conto e anche come unità di misura.
Solo nel 1502 avvenne il contatto del cacao con la civiltà europea: Cristoforo Colombo durante il suo quarto e ultimo viaggio in America sbarca in Honduras dove ha l'occasione di assaggiare una bevanda a base di cacao; al ritorno, portò con sé alcuni semi di cacao da mostrare a Ferdinando ed Isabella di Spagna. Con Hernàn Cortéz si ha l'introduzione del cacao in Europa in maniera più diffusa, era il 1519. Per tutto il '500 il cioccolato rimane un'esclusiva della Spagna, che ne incrementa le coltivazioni.
Alla fine del XVIII secolo il primo cioccolatino in forma solida, come lo mangiamo oggi, fu inventato a Torino da Doret. 



Già a febbraio ho partecipato alla rassegna che si è tenuta quì a Palermo e penso andrò anche in questa, magari faccio una bella passeggiata domenica portandovi poi un bel reportage. Amiche e amici di Palermo e dintorni, che dite...andiamo???

Stampa la ricetta

3 commenti:

Ross ha detto...

Che cosa dire, di fronte a cotanta magnificenza!? Che mi piacerebbe davvero venire a dare un'occhiata (seee, chiamiamola occhiata, cià!!) e che fortuna avere un cugino maestro cioccolatiere... sospiro... ti mando un baciotto cioccolatoso, cara!

clamilla ha detto...

Ciao Elena grazie per la segnalazione!
Allora lo facciamo anche su blog di cucina e mi appoggio a te per il materiale!
Grazie mille per la collaborazione, sei sempre gentilissima!
Per lo staff. Martina

Elena ha detto...

@Ross, ricambio il sospiro cioccolattoso...al latte!
@Clamilla, E' un piacere collaborare per il nostro blog aggregatore, Magari avessi più tempo. Posso solo limitarmi a leggere ogni giorno tutti gli aggiornamenti proposti! A presto allora