martedì 16 dicembre 2008

E' Natale per tutti i bambini

Invece di una ricetta, oggi voglio riportare anche io il post che Andrea Matranga ha pubblicato: la trovo una bella iniziativa.

Cari amici scusate se vi posso sembrare invadente e in qualche misura arrogante. Premesso che non voglio offendere nessuno, come ogni anno Invito tutti gli amici a ricordarsi che Il Natale è sopratutto la festa della Amore, della fratellanza ma pricipalmente è la festa dei Bambini. forse non si festeggia la nascita di uno di essi? E' (purtroppo) l'unico momento dove tutte le diversità debbono scomparire e deve prendere il sopravvento lo spirito di solidarietà. Io come ho già fatto l'anno scorso Vi invito a destinare una piccola percentuale delle somme destinate ai regali di Natale (so che quest'anno le somme sono già piccole) a comprare un sacchetto di generi alimentari di prima necessità vi riporto alcuni esempi: una busta di latte 80cent.1 pacco di pasta 85 cent. 1 di zucchero 90 cent. 1 pacco di biscotti 1 euro pomodori pelati 60cent ecco basta entrare anche in un discaunt e spendere anche 5 euro e destinarli al più vicino orfanotrofio oppure a una casa famiglia. Farete felici dei bambini che purtroppo non sono stati baciati dalla fortuna come i Nostri e che hanno perso tutta la loro prerogativa di essere bimbi: l'innocenza, la spensieratezza, la genuinità, molto di loro hanno vissuto e continueranno a vivere (nel ricordo) esperienze che hanno violato il loro status di BAMBINO: Adesso basta non voglio lagnarvi più di tanto, vi chiedo scusa di questa mia Invasione, so che magari vi ho reso triste qualche minuto della vostra vita, ma lo faccio per poter dalla vostra tristezza momentanea regalare qualche minuto di felicità negata ai BAMBINI".
Stampa la ricetta

4 commenti:

lamagagiò ha detto...

Ma perchè chiedi scusa? E' una così bella iniziativa. Brava.

andrea matranga ha detto...

ciao,grazie hai ragione è bellissimo vedere nei vari blog queste calzamagline rosse.grazie di cuore spero un giorno di conoscerti dal vivo. buona notte

Federica ha detto...

Lodevole iniziativa, anche se ricorda una classica catena di sant'Antonio.
L'amico Andrea merita tutti i complimenti, infatti grazie a questa sua meravigliosa campagna acquisterà molta popolarità.
Bravo chef!

Elena ha detto...

Ciao Francesca, a me non ricorda affatto la classica catena di Sant'Antonio purchè ognuno di noi, oltre che mettere questo post nei nostri blog faccia effettivamente quello che c'è scritto.
Poi non capisco che fastidio ti possa dare questa iniziativa (non hai neanche un blog per quello che vedo), e se anche Andrea si è fatto in buona fede un poco di pubblicità che male c'è....Machiavelli nel suo scritto Il Principe non diceva forse che "il fine giustifica i mezzi"?.
Infine...perchè lo scrivi sul mio post e non trovi il coraggio di scriverlo direttamente sul suo post??
Grazie lo stesso per avere visitato il mio blog, spero tornerai a farlo